Illustrazione: pinterest, illustratore sconosciuto

La tua rabbia non diverrà la mia.

Il tuo dolore non sarà il mio.

La tua vendetta è una parallela alla mia vita, che mai mi sfiorerà.

Accetto le scelte e il destino di ciascuno.

La libertà che decide di ingabbiarsi nella sofferenza.

La richiesta di aiuto che diventa accusa.

La tirannia della vittima che cerca un carnefice.

Il latrato costante di chi non consegna le dimissioni al padrone passato.

Ognuno sceglie, sempre.

Ognuno può cambiare, sempre.

La consapevolezza è la luce nella stanza e la volontà la porta di uscita.

Non ho la responsabilità dei ruoli che gli altri mi accollano.

Non ho la responsabilità verso le mancate risposte a domande che non sono mai state poste.

Non ho la responsabilità verso l’ira del passato degli altri che si traveste da presente.

Mi rintano nelle mie fortezze, controllo che le finestre siano chiuse, che il gelo non abbia spiragli d’accesso.

La difesa a volte, è il miglior attacco.

Il silenzio, l’arma più disarmante.

L’accettazione di quel che è stato, la via più difficile.

L’assunzione delle proprie responsabilità, per alcuni, un’isola remota e inarrivabile.

Proteggimi.

Proteggili.

Proteggici.

I contenuti presenti sul blog “Hundreds of Buddhas” sono di proprietà di Emily Mignanelli.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © 2009 – 2019  “Hundreds of Buddhas”. Tutti i diritti riservati.



Annunci

Rispondi